1

Ott

Le donne e la Giornata mondiale del Caffè: oggi l’espresso è più buono!

Oggi è la Giornata Internazionale del Caffè, l’evento organizzato dall’ICO (International Coffee Organization) che ogni 1° ottobre celebra a livello globale la filiera del caffè e le persone che la animano. Giunta alla quarta edizione, l’appuntamento del 2018 ha un tema speciale: “Le Donne nel settore del Caffè”.

Women in Coffee: il ruolo della donna nella filiera del caffè

Secondo dati dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura (FAO), le donne rappresentano il 43% della forza lavoro in agricoltura: sono 564 milioni tra contadine, braccianti o imprenditrici.

Ma – c’è un ma – nel settore del caffè esiste ancora un eclatante bisogno di abbattere quelle barriere culturali che il gentil sesso affronta ogni giorno. Nonostante il 25% delle piantagioni di tutto il mondo sia gestito da donne – in paesi produttori come Brasile, Burundi, Camerun, Colombia, India e Indonesia la percentuale sale a 35%: hai mai pensato a quante donne lavorano per farti bere la tua tazza giornaliera? – la disparità con gli uomini per quanto riguarda salari, accesso al credito, ai mercati, alle tecnologie, alla formazione, persino all’acqua, è ancora troppo evidente. Norme di genere e barriere culturali che si traducono in abusi, povertà e subalternità, rendimenti e redditi inferiori.

La riduzione di questo divario – come sottolineato da José Sette, direttore esecutivo dell’ICO, organizzazione intergovernativa che riunisce i Paesi importatori ed esportatori e il settore privato di tutto il mondo – oltre a contribuire al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’ONU porterebbe benefici economici molto più ampi: maggiore benessere per le comunità rurali e maggiore produttività delle piantagioni, che vorrebbe dire far fronte sempre meglio alla crescente domanda di caffè nel mondo. Per promuovere lo sviluppo sostenibile del settore «c’è bisogno di migliori politiche pubbliche e di servizi che aiutino a superare queste barriere», ha detto Sette. A partire, appunto, dalle piantagioni del Terzo Mondo.

La campagna 2018 va oltre il semplice omaggio alle donne. Nasce dalla necessità di equità e uguaglianza; dal diritto di vivere una vita significativa e sostenibile. Dal bisogno di riconoscere e incoraggiare la partecipazione femminile in ogni fase della filiera.

Ogni giorno è un buon giorno per celebrare la nostra bevanda calda preferita: oggi ancora di più!

“Quando le donne sono pienamente coinvolte, i benefici si vedono immediatamente: le famiglie sono più sane; i bambini sono nutriti meglio; i guadagni, i risparmi e gli investimenti aumentano. E ciò che è vero per le famiglie è vero per le comunità e, alla fine, per interi Paesi”.

Kofi Annan (1938-2018)

Buona giornata internazionale del Caffè.


Ti è piaciuto l'articolo e vuoi saperne di più su Caffè Mauro?