22

Mag

Caffè biologico, è davvero più buono e salutare?

Solidale, eco-friendly e genuino: tutto sul caffè che rispetta l’ambiente e incentiva lo sviluppo sostenibile, dalla piantagione alla tazzina.

 

Caffè bio: cos’è, come si produce e come riconoscerlo

Il caffè biologico è coltivato nel rispetto dell’ambiente, senza pesticidi, sostanze chimiche o sfruttamento eccessivo del suolo. Le foreste non vengono disboscate per allargare le piantagioni e sono usati solo concimi naturali. Il caffè bio nasce da un modello di sviluppo sostenibile basato su pratiche agronomiche eco-friendly e dalla necessità di salvaguardare la biodiversità ambientale, il territorio e le persone che ci lavorano. Quando la produzione del caffè valorizza anche la cultura, le risorse e le comunità locali di coltivatori, che non vengono sfruttati ma sostenuti per stare a galla in un mercato globale dominato dalle grandi multinazionali, allora si parla di Fare Trade e caffè equosolidale.

Come ogni altra coltivazione bio, anche il caffè, per fregiarsi del titolo, deve rispettare precisi standard internazionali, dalla coltivazione alla vendita, passando per torrefazione ed etichettatura. La normativa europea 889/2008 – che ha ufficialmente uniformato gli standard qualitativi con l’introduzione del marchio Eurofoglia – prevede la cosiddetta lotta biologica, cioè l’utilizzo di concimi naturali, animali che mangiano erbacce, insetti che mangiano altri insetti e piante che contrastano i parassiti, per proteggere le piantagioni senza ricorrere a pesticidi e sostanze chimiche. Il protocollo UE è stato recentemente aggiornato (le integrazioni condivise da tutti gli stati membri entreranno in vigore nel 2021) per definire in modo ancora più preciso i vincoli da rispettare.

Quattro buoni motivi per amare il caffè organico

Il caffè biologico è anche conosciuto come caffè organico, in quanto frutto di coltivazioni che utilizzano solo sostanze organiche e naturali. Le piantagioni che non cedono alla chimica e prediligono la qualità alla quantità, soprannominate giardini del caffè, sono quasi sempre gestite da produttori locali; piccole aziende familiari per le quali è più facile (ed economico) usare il letame degli animali piuttosto che acquistare costosi prodotti industriali.

Il caffè fa bene, se è bio ancora meglio. Ne hai mai assaggiato una tazzina?
Ecco 4 validi motivi per provarlo subito.

  1. è buono: la materia prima è di qualità superiore
  2. l’uso di pesticidi e sostanze dannose è bandito
  3. è salutare: meno chimica, più sostanze antiossidanti
  4. aiuta l’ambiente e i piccoli coltivatori

Nel nord Europa, soprattutto nei paesi scandinavi, dove la sensibilità per le tematiche ambientali è più marcata che altrove, il consumo di caffè biologico è in continua ascesa. Secondo dati Coldiretti il mercato del bio – trainato soprattutto da prodotti tipici come vino e olio – sta crescendo anche in Italia.
Dove acquistare il caffè biologico? Puoi trovarlo in tutti i negozi specializzati ed è disponibile anche shop online di Caffè Mauro.

 

C’è differenza tra caffè bio e caffè normale?

I chicchi di caffè coltivati con fertilizzanti naturali hanno un gusto più deciso e migliori proprietà organolettiche. Nelle torrefazioni artigianali, dove la qualità della materia prima e della lavorazione è di livello altissimo, nascono miscele dall’aroma unico. Puro caffè, alla faccia di chi dice che le cose sane non possano essere anche buone.

Senza dimenticare che la consapevolezza di un prodotto naturale influenza eccome anche la nostra percezione e il nostro senso del gusto, come dimostrato da uno studio dell’Università svedese di Gävle. I ricercatori hanno chiesto a un gruppo di volontari di bere due caffè, uno normale e uno bio, e di indicare il migliore. In realtà i caffè erano identici: nessuno dei due era biologico. La maggior parte degli intervistati ha scelto il presunto caffè bio, indicandolo come più buono dell’altro.

 

Conclusioni

Dietro una semplice tazzina c’è un mondo fatto di persone, che con la pianta del caffè hanno riscoperto il territorio e le antiche tradizioni, e di torrefazioni artigianali, dove ancora si respira l’aroma tostato di una volta. Ecco perché il caffè biologico non è e non sarà mai una bevanda qualunque.

Grazie al profumo, all’aroma genuino e al potere tonificante, il caffè riesce sempre a impreziosire le nostre giornate. Se ami il caffè, amerai anche quello buono, naturale e “giusto”. Premiare la qualità e fare una scelta consapevole è facile. Facile… come bere un caffè!

 

Foto di copertina da pixabay.com


Ti è piaciuto l'articolo e vuoi saperne di più su Caffè Mauro?